Noleggio A Lungo Termine Maserati

 
Offerte Noleggio Auto

Brevi cenni storici sul marchio Maserati

La Maserati fu fondata nel 1914 a Bologna da Alfieri Maserati per progettare e costruire auto “Isotta Fraschini” per gare su strada.
La fabbrica era formata da 5 dipendenti e di cui 2 erano i fratelli di Alfieri Maserati: Ettore ed Ernesto. Bisognerà attendere fino al 1926 per vedere la prima automobile interamente Maserati, che prese il nome di "Tipo 26" e su questa vettura che apparve per la prima volta il simbolo attuale della Maserati: un tridente ispirato alla fontana del Nettuno di Bologna e probabilmente disegnato da Mario Maserati, pittore. Nel 1937 l'azienda viene ceduta alla famiglia Orsi, una famiglia modenese, e l’ azienda viene trasferita da Bologna a Modena. Durante la seconda guerra mondiale iniziò la produzione di candele di accensione e solo nel dopoguerra la Maserati riavviò la produzione di automobili con la fabbricazione di una nuova vettura GT, la A6 1500, poi vincitrice del circuito di Modena con Alberto Ascari pilota. Impegnata nelle corse automobilistiche fino al 1957, con ben 5 titoli di campione del mondo, di cui l’ultimo con il pilota Fangio, la Maserati annunciò, tuttavia, il ritiro ufficiale dalle competizioni, e vi ritornerà solo nel 2004. Ma nel frattempo fornirà ancora per qualche anno i suoi motori V12 3000cc alle vetture della Cooper. Nonostante la continua crescita della Maserati, nel 1968, una società francese, la Citroën, rileva le azioni della famiglia Orsi, ma dura ben poco, infatti solo dopo qualche anno, l’industria è posta in liquidazione, e per evitare la chiusura, nel 1975, grazie alla Benelli, che acquisisce una buona parte delle azioni Maserati riesce, lentamente, a far riprendere l’azienda. Il modello di maggior successo di questo periodo è la Biturbo, fabbricata sia in versione coupé che spyder, auto a costi ridotti e di buone prestazioni. La svolta più importante per Maserati arriva nel 1993, quando la Benelli cede le proprie azioni al Gruppo Fiat, che poi, successivamente, nel giro di 10 anni passeranno alla Ferrari per poi ritornare a Fiat Group nel 2005. Il lancio di nuovi modelli come la nuova Spyder, grazie alla presentazione al Salone di Francoforte nel 2001, apre le porte per il mercato americano, infatti nel gennaio 2002, viene presentato, al Salone dell’automobile di Detroit, un nuovo modello di Coupè; il successo è immediato, e gli USA diventano il più importante mercato per Maserati. Successo che si completa grazie alla produzione della Quattroporte e della Gran Turismo.